Stranieri Web

stemma

il visto d'ingresso

Oltre alla durata, ci sono varie tipologie di Visto.

le varie tipologie di visto

FONTE “FARNESINA”

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Turismo, ai sensi dell’art. 1 della legge n. 68/2007 non va richiesto il permesso di soggiorno, ma va comunque dichiarata la propria presenza, nei seguenti modi:

  • Per lo straniero che proviene da Paesi che non applicano l’Accordo di Schengen l’obbligo di rendere la dichiarazione di presenza è soddisfatto con l’apposizione del timbro di frontiera (timbro uniforme schengen) sul documento di viaggio al momento del controllo di frontiera (avendo quindi cura che il passaporto venga timbrato).

  • Per lo straniero che proviene da Paesi che applicano l’Accordo di Schengen dovrà presentare la dichiarazione di presenza, entro otto giorni dall’ingresso, alla Questura della provincia in cui ci si trova, utilizzando il modulo previsto.

  • Per chi alloggia in strutture alberghiere costituirà dichiarazione di presenza copia della dichiarazione resa all’albergatore e sottoscritta dallo straniero. La copia di queste dichiarazioni sarà consegnata allo straniero per essere esibita ad ogni richiesta da parte degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Affari, ai sensi dell’art. 1 della legge n. 68/2007 non va richiesto il permesso di soggiorno, ma va comunque dichiarata la propria presenza, nei seguenti modi:

  • Per lo straniero che proviene da Paesi che non applicano l’Accordo di Schengen l’obbligo di rendere la dichiarazione di presenza è soddisfatto con l’apposizione del timbro di frontiera (timbro uniforme schengen) sul documento di viaggio al momento del controllo di frontiera (avendo quindi cura che il passaporto venga timbrato).

  • Per lo straniero che proviene da Paesi che applicano l’Accordo di Schengen dovrà presentare la dichiarazione di presenza, entro otto giorni dall’ingresso, alla Questura della provincia in cui ci si trova, utilizzando il modulo previsto.

  • Per chi alloggia in strutture alberghiere costituirà dichiarazione di presenza copia della dichiarazione resa all’albergatore e sottoscritta dallo straniero. La copia di queste dichiarazioni sarà consegnata allo straniero per essere esibita ad ogni richiesta da parte degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Cure Mediche, il “Permesso di Soggiorno” deve essere richiesto direttamente all’ufficio Immigrazione della Questura territorialmente competente del luogo dove lo straniero risiede/domicilia.

Per gli ingressi avvenuti per tali finalità, il “Permesso di Soggiorno” deve essere richiesto direttamente all’ufficio Immigrazione della Questura territorialmente competente del luogo dove lo straniero risiede/domicilia.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Invito, il “Permesso di Soggiorno” deve essere richiesto direttamente all’ufficio Immigrazione della Questura territorialmente competente del luogo dove lo straniero risiede/domicilia.

Per gli ingressi aventi finalità di soggiorno per motivi di “Lavoro Autonomo”, in virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane SPA, le istanze di rilascio di permesso di soggiorno dovranno essere presentate dall’interessato spedendo la richiesta di permesso presso gli Uffici Postali abilitati (Sportello Amico),utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali. I Patronati ed i Comuni abilitati(vedi voce “Ricerca strutture”) assicureranno a titolo gratuito e nell’ambito dei loro fini istituzionali un’ attività di informazione, consulenza ed assistenza allo straniero finalizzata alla corretta predisposizione delle istanze che dovranno poi essere spedite. L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi aventi finalità di soggiorno per motivi di “Lavoro Autonomo – Spettacolo”, in virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane SPA, le istanze di rilascio di permesso di soggiorno dovranno essere presentate dall’interessato spedendo la richiesta di permesso presso gli Uffici Postali abilitati (Sportello Amico),utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali. I Patronati ed i Comuni abilitati(vedi voce “Ricerca strutture”) assicureranno a titolo gratuito e nell’ambito dei loro fini istituzionali un’ attività di informazione, consulenza ed assistenza allo straniero finalizzata alla corretta predisposizione delle istanze che dovranno poi essere spedite. L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi avvenuti per finalità lavorativa, incluso l’addestramento professionale, per il rilascio del permesso di soggiorno, il cittadino straniero dovrà prima recarsi presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione (S.U.I.) della prefettura territorialmente competente per compilare e sottoscrivere la documentazione di rito e ritirare il modulo relativo alla richiesta di permesso di soggiorno, che dovrà, poi, spedire personalmente, presso un Ufficio Postale abilitato (Sportello Amico), utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati (vedi voce “Ricerca strutture”). L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Lavoro subordinato – attività sportiva, in virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane SPA, le istanze di rilascio di permesso di soggiorno dovranno essere presentate dall’interessato spedendo la richiesta di permesso presso gli Uffici Postali abilitati Sportello Amico), utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati (vedi voce “Ricerca strutture”). L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Lavoro subordinato – spettacolo, in virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane SPA, le istanze di rilascio di permesso di soggiorno dovranno essere presentate dall’interessato spedendo la richiesta di permesso presso gli Uffici Postali abilitati Sportello Amico), utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati (vedi voce “Ricerca strutture”). L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Missione, in virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane SPA, le istanze di rilascio di permesso di soggiorno dovranno essere presentate dall’interessato spedendo la richiesta di permesso presso gli Uffici Postali abilitati Sportello Amico), utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati (vedi voce “Ricerca strutture”). L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Motivi Religiosi, in virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane SPA, le istanze di rilascio di permesso di soggiorno dovranno essere presentate dall’interessato spedendo la richiesta di permesso presso gli Uffici Postali abilitati Sportello Amico), utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati (vedi voce “Ricerca strutture”). L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Ricerca, in virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane SPA, le istanze di rilascio di permesso di soggiorno dovranno essere presentate dall’interessato spedendo la richiesta di permesso presso gli Uffici Postali abilitati Sportello Amico), utilizzando appositi kit disponibili presso gli stessi uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati (vedi voce “Ricerca strutture”). L’Ufficio Postale al momento della spedizione rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (userid e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere, collegandosi al Portale Immigrazione, lo stato della pratica, l’ufficio postale provvede altresì a comunicare all’interessato la data dell’appuntamento per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici. La Questura provvederà, successivamente, ad informare l’interessato per la consegna del permesso di soggiorno.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Studio, ai sensi dell’art. 1 della legge n. 68/2007 non va richiesto il permesso di soggiorno, ma va comunque dichiarata la propria presenza, nei seguenti modi:

  • Per lo straniero che proviene da Paesi che non applicano l’Accordo di Schengen l’obbligo di rendere la dichiarazione di presenza è soddisfatto con l’apposizione del timbro di frontiera (timbro uniforme schengen) sul documento di viaggio al momento del controllo di frontiera (avendo quindi cura che il passaporto venga timbrato).

  • Per lo straniero che proviene da Paesi che applicano l’Accordo di Schengen dovrà presentare la dichiarazione di presenza, entro otto giorni dall’ingresso, alla Questura della provincia in cui ci si trova, utilizzando il modulo previsto.

  • Per chi alloggia in strutture alberghiere costituirà dichiarazione di presenza copia della dichiarazione resa all’albergatore e sottoscritta dallo straniero. La copia di queste dichiarazioni sarà consegnata allo straniero per essere esibita ad ogni richiesta da parte degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Transito, il “Permesso di Soggiorno” deve essere richiesto direttamente all’ufficio Immigrazione della Questura territorialmente competente del luogo dove lo straniero risiede/domicilia.

Per gli ingressi avvenuti per finalità di Trasporto, il “Permesso di Soggiorno” deve essere richiesto direttamente all’ufficio Immigrazione della Questura territorialmente competente del luogo dove lo straniero risiede/domicilia.

Se non hai trovato ciò che cerchi, prova nella sezione “Domande e Risposte”

Il gruppo Facebook nasce con lo scopo di fornire un supporto a tutti coloro che a vario titolo, abbracciano il tema dell'Immigrazione.

it_ITItaliano

contattaci

Se hai cercato nel sito una risposta alla tua domanda, senza successo, utilizza questo Form di Contatto